Forze ordine vendevano informazioni a investigatori privati

Sfruttando illecitamente le loro credenziali per l'accesso al portale interforze del sistema di indagine, rivelavano notizie sensibili a investigatori privati di due agenzie, che le utilizzavano per finalità unicamente riservate alla propria professione. L'inchiesta, denominata 'Basil' e coordinata dal pubblico ministero Maria Colpani di Trento, ha permesso di individuare e interrompere una serie di accessi abusivi ai sistemi informatici in dotazione esclusiva a polizia, carabinieri e guardia di finanza, come ad esempio il Sid, compiuti da 7 appartenenti alle forze dell'ordine orbitanti nelle province di Roma, Foggia e Bolzano. L'indagine, condotta dai carabinieri del nucleo investigativo di Trento, ha portato a 9 arresti e 7 denunce di persone legate a una rete di investigatori privati, uno ex appartenente alle forze dell'ordine, e agenti in servizio, che collaboravano tra loro in modo illecito, secondo le accuse, scambiando informazioni riservate e coperte dalla privacy in cambio di denaro. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

Notizie più lette

  1. L'Adige
  2. L'Adige
  3. L'Adige
  4. ANSA

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Pomarolo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...